Lunedì, 18 Giu 2018

Menu Principale

Albo Consulenti

SLOW TOURISM

Approvato il Progetto Strategico SLOW TOURISM finanziato nell'ambito del Programma per la Cooperazione Transfrontaliera Italia-Slovenia 2007-2013, dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dai fondi nazionali.

Scarica la App gratuita "40 itinerari tra Italia e Slovenia" (Quest'app è progettata per iPhone e iPad)

PROGRAMMA DI RIFERIMENTO

PROGRAMMA ITALIA-SLOVENIA 2007-2013

RUOLO DI DELTA 2000

Lead Partner

PARTNERS

Provincia Ferrara, Provincia Ravenna; Provincia Rovigo; GAL Polesine Delta Po; GAL Venezia Orientale, VEGAL; Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità - Delta del Po; Ente Parco Regionale Veneto Delta Po; Dipartimento di Scienze politiche e sociali, Università di Trieste; GAL Alta Marca Trevigiana; GAL Terre di Marca; BSC, Poslovno podporni center, d.o.o., Kranj; Turizem Bohinj, javni zavod za pospeševanje turizma; Zavod za turizem in kulturo Žirovnica; Center za trajnostni razvoj podeželja Kranj, razvojni zavod ; Triglavski narodni park; Slovenska turistična organizacija; Občina Bled; Občina Bohinj; Občina Gorenja vas-Poljane; Občina Jesenice; Občina Kobarid; Občina Kranjska Gora; Občina Radovljica; Občina Žiri; Provincia di Venezia; Provincia di Udine; Comune di Ravenna; Regione Emilia-Romagna; Associazione nautica Nautisette

DURATA

maggio 2010 – aprile 2013

OBIETTIVO DEL PROGETTO

Il progetto ha la finalità di valorizzare e promuovere gli itinerari turistici slow dell’area italo-slovena coinvolgendo in particolare i territori caratterizzati da peculiarità naturalistico-ambientali quali le aree parco, le aree protette, la presenza di corsi fluviali, attraverso la strutturazione di circuiti ed itinerari turistici slow. SLOW TOURISM si propone infatti di sostenere e valorizzare forme di turismo lento e strutturare prodotti turistici di nicchia ecosostenibili, attraverso interventi rivolti ad integrare e mettere in rete le risorse ambientali e rurali per lo sviluppo congiunto ed integrato delle potenzialità turistiche, sia mediante la creazione di un circuito e con azioni di promozione e valorizzazione della rete “Slow Tourism” nell’area transfrontaliera dell’Alto Adriatico, sia attraverso progetti pilota di impatto su tutto il territorio. Oltre ad interventi di marketing, formazione, comunicazione il progetto verrà realizzato attraverso l’organizzazione di veri e propri punti “Slow” sui territori italiani e sloveni

PRINCIPALI ATTIVITA' PREVISTE

  • WP 1 COORDINAMENTO E GESTIONE: Costituzione di un Comitato di Progetto, presieduto da LP e formato da tutti i rappresentanti dei PPs, attività di gestione, rendicontazione e amministrazione del progetto. Meeting di progetto
  • WP 2 PIANIFICAZIONE STRATEGICA: Analisi delle aree coinvolte in termini di potenziali turistici dal punto di vista dello Slow Tourism e definizione delle linee guida per lo sviluppo del turismo "slow", e animazione licale per condividere con gli stakeholder dei vari territori tali obiettivi.
  • WP 3 SVILUPPO CONGIUNTO DELLO SLOW TOURISM CON AZIONI PILOTA: realizzazione di workshop locali per la diffusione della filosofia "slow" nei territori coinvolti. L'attività prevede inoltre l’attuazione dei progetti pilota finalizzati a strutturare punti slow per il birdwatching, turismo fluviale, turismo naturalistico, turismo sportivo e cicloturismo
  • WP4 MARKETING CONGIUNTO: Creazione del logo comune congiunto del progetto e realizzazione di materiali congiunti: Manifesto/poster, roll-up, Brochure. Tutto il materiale prodotto è necessario per la diffusione e la promozione del progetto e degli itinerari turistici “slow”. Sono in programma per tutta la durata del progetto degli "Eventi Slow" svolti nei vari territori coinvolti tra l'Italia e la Slovenia. Definizione di 2 educational per Agenzie, Toru Operator e giornalisti, rispettivamente uno in Italia (ottobre 2012) e uno in Slovenia (dal 26 al 28 settembre 2012), per scoprire le offerte e le potenzialità rivolte al Tourismo Slow nelle aree di progetto e creare pacchetti turistici ad-hoc. Il progetto prevede la partecipazione a varie fiere di livello internazonale: - COTTM (China Outbond Travel Tourism Market) - Pechino (Cina) - 18/20 aprile 2012 - IPDBF (International Po Delta Birdwatching Fair) - Comacchio-FE (Italia) - 27/29 aprile 2012 - JATA Tourism Forum & Travel Showcase - Tokio (Giappone) - 20/23 settembre 2012 - TTG Incontri - Rimini (Italia) - 18/20 ottobre 2012.
  • WP 5 INFORMAZIONE: Si sono concluse le attività di informazione rivolte agli operatori turistici del circuito Slow delle aree coinvolte nel progetto: il programma formativo destinato alle guide ed agli operatori ha consistito in una parte teorica, finalizzata a diffondere i concetti dello slow tourism, le linee guida prodotte, ecc ed in una parte sul campo, attuata attraverso “lezioni di territorio”, l’organizzazione di uno study tour specifico in ogni area partners destinata a far conoscere il circuito slow. Sono in corso di definizione le attività didattiche destinate alle scuole con riferimento alle tematiche dello slow tourism, turismo lento, ecosostenibile e responsabile, con attività di animazione e informazione verso le scuole in tutte le aree partners e la creazione di materiale didattico e organizzazione di study tour per decisori scolastici per visitare i punti slow attrezzati e sensibilizzare sulle tematiche slow.
  • WP 6 ATTIVITA' PREPARATORIE: L’attività riguarda le attività di progettazione finalizzate alla definizione congiunta della proposta progettuale.
  • WP 7 PIANO DI COMUNICAZIONE: realizzazione del meeting finale, dei comunicati stampa, delle newsletter e del sito internet del progetto.

BUDGET

  • Importo complessivo del progetto: € 3.815.700,00 di risorse pubbliche di cui 3.243.345,00 euro di fondi FESR, 572.355,00 euro di cofinanziamento nazionale italiano e 141.170,00 euro di cofinanziamento nazionale sloveno, 70.585,00 euro di finanziamento pubblico obbligatorio dei PP sloveni

EVENTI

clicca qui

MATERIALI E PUBBLICAZIONI

clicca qui

Scarica la App gratuita "40 itinerari tra Italia e Slovenia" (Quest'app è progettata per iPhone e iPad)

AREA STAMPA

Clicca qui

SITO WEB DEL PROGETTO

www.slow-tourism.net