Martedì, 23 Ott 2018
Home Progetti Turismo e Cultura Progetti attivati nel 2010 Eventi enogastronomici nel Delta emiliano-romagnolo

Menu Principale

Albo Consulenti

Eventi enogastronomici nel Delta emiliano-romagnolo

MISURA E ASSE DI RIFERIMENTO

Misura 413 Miglioramento qualita’ della vita e diversificazione attivita’ economiche – azione 7 "Attuazione delle strategie integrate e multisettoriali" - Intervento 7.F.1. "Programmi promozionali d'area"

TITOLO

Piano promozionale "Eventi enogastronomici nel Delta emiliano-romagnolo - Pogetto: "Circuito enogastronomico del Delta: antichi sapori tra la terra e il mare"

SETTORI DI INTERVENTO

Turismo e cultura

MODALITA’ DI REALIZZAZIONE DELL’INTERVENTO

In convenzione

BENEFICIARIO

Comuni di Comacchio, Goro, Jolanda di Savoia, Lagosanto, Mesola, Cervia, Bagnacavallo, Russi

PARTNERS

Azione attuata attraverso la procedura partecipativa con il coinvolgimento del Comitato di Coordinamento Interprovinciale (CCI) : Parco Delta del Po Emilia-Romagna, Provincia di Ferrara, Provincia di Ravenna, Camera di Commercio di Ferrara, Camera di Commercio di Ravenna.

LOCALIZZAZIONE

Area Leader Asse 4 del Delta emiliano-romagnolo

OBIETTIVI

  • Sviluppare una immagine coordinata, integrata e coerente dell’ offerta di enogastronomia tipica del Delta del Po emiliano-romagnolo

  • Puntare su una promozione mirata in grado di contribuire ad aumentare i caratteri di tipicizzazione e gli standard qualitativi
  • Promuovere in modo integrato ed omogeneo il sistema delle sagre di prodotto del territorio del Delta emiliano-romagnolo

  • Integrare gli interventi con lo sviluppo degli itinerari enogastronomici della Provincia di Ferrara e di Ravenna, in particolare l’itinerario del Delta

  • Migliorare l'offerta e la qualità di alcuni eventi fra i più significativi in fatto di valorizzazione della enogastronomia e dei prodotti locali.

DESCRIZIONE SINTETICA DELL’INTERVENTO

Il progetto si inserisce nell’ambito del Piano Promozionale d’area elaborato in base alla procedura partecipativa che ha coinvolto il Comitato di Coordinamento Interprovinciale (CCI) formato da rappresentanti delle Province di Ferrara, di Ravenna, del Parco del Delta del Po Emilia-Romagna ed in rappresentanza degli operatori privati le Camere di Commercio di Ferrara e di Ravenna.
Il progetto “Circuito enogastronomico del Delta: antichi sapori tra la terra e il mare” ha lo scopo di organizzare circuito enogastronomico nel territorio del Delta attraverso il sistema territoriale delle sagre, con particolare attenzione agli aspetti qualitativi delle manifestazioni che, negli anni, si sono contraddistinte per qualità organizzativa, tipicità delle produzioni e affluenza dei visitatori. Il circuito, fatto di specificità e peculiarità, viene realizzato in un’ottica condivisa che accomuna geograficamente e tradizionalmente i territori delle due province coinvolti nel progetto.
In particolare per l’area ferrarese i comuni di Comacchio, Goro, Jolanda, Lagosanto e Mesola, per l’area ravennate Bagnacavallo, Cervia e Russi, che lavorano congiuntamente per sostenere gli eventi enogastronomici coinvolti nel progetto attraverso la messa a punto di un programma triennale (2011-2013) che si pone come obiettivo quello di migliorare l’offerta e configurare il Delta come destinazione unica nel panorama alimentare, turistico e ricettivo, rafforzandone l’identità, la qualità e la specificità.
Le eccellenze enogastronomiche del Delta, siano esse prodotti IGP, prodotti tipici e tradizionali di queste terre, rappresentano espressioni locali di queste popolazioni che in un contesto moderno rivivono attraverso eventi, manifestazione e sagre. Tra queste alcune delle principali produzioni locali che rappresentano espressione stessa della storia e cultura della collettività deltizia e di terreni e luoghi di coltivazione “segnati” dall’incontro tra la terra e il mare – per particolari gradi di salinità del terreno, metodi di coltivazione e raccolta che ancora oggi influenzano l’organizzazione familiare e del lavoro nelle aree interne del territorio, ecc - ed individuati come prioritari, sulla base anche delle sinergie con la programmazione provinciale per l’organizzazione di eventi enogastronomici, sono: Tartufo del Delta del Po, tartufo bianco o marzuolo, Asparago, Fragola, Vongola, Anguilla, Riso, Vino Burson, il Salame “Bel e Cot”, il Sale di Cervia.
Per quanto riguarda Comacchio il finanziamento riguarderà la “Sagra dell’Anguilla”, con azioni volte a rafforzare le presenze del turismo enogastronomico e del fine settimana, incentivando anche gli operatori locali all’elaborazione di proposte e pacchetti legati alle produzioni locali. Si arricchirà la manifestazione con esposizioni e percorsi legati all’anguilla, animazione culturale e convegnistica e spazi espositivi qualificati. A Goro l’evento che entrerà nel circuito sarà quello della Sagra della Vongola, con un potenziamento dell’aspetto turistico attraverso attività innovative da affiancare al momento de gustativo: il progetto prevede infatti azioni volte alla conoscenze di tutte le eccellenze territoriali. “Le Giornate del Riso” di Jolanda di Savoia, sostenute dal progetto, svilupperanno il percorso della “filiera del riso”, attraverso il coinvolgimento dei produttori agricoli locali, finalizzato alla creazione di un Consorzio di produttori per sfruttare appieno le opportunità offerte dal marchio IGP ottenuto nel 2008. La “Sagra della fragola” di Lagosanto affiancherà alle tradizionali attività un progetto di valorizzazione ambientale, con il coinvolgimento degli studenti della scuola primaria in attività studiate per loro presso alcuni punti-chiave della storia del territorio, quali la Darsena di Marozzo e il Museo dell’Antico Idrovoro. Inoltre verrà realizzato un nuovo evento enogastronomico, una sfida tra i migliori chef del territorio. Entrerà nel circuito, per il Comune di Mesola, La Sagra dell’asparago, che si rafforzerà, attraverso lo sviluppo di nuove forme di imprenditorialità e di nuovi itinerari turistici ed escursioni, che riguarderanno sia le emergenze ambientali e culturali più conosciute del territorio mesolano, sia nuove proposte. Il Comune di Mesola è beneficiario anche per quanto riguarda il progetto di valorizzazione del Tartufo del Delta, la cui sagra dedicata verrà maggiormente qualificata e sviluppata anche a livello di immagine con la creazione di un logo identificativo, organizzazione di incontri e convegni e di visite ed escursioni sul territorio. Tra le attività organizzate anche laboratori del gusto, corsi di cucina e degustazioni in luoghi di prestigio coinvolgendo la ristorazione locale. Il Comune di Bagnacavallo, da diversi anni legato al vino Bursôn e alla sua promozione, entrerà nel circuito con “XBacco”, un grande evento di 3 giorni che andrà ad arricchire il programma di "Alla corte di Bacco". Nell’ultimo fine settimana di maggio il centro storico della città ospiterà degustazioni, visite guidate, incontri e conferenze, un talk show dedicato al vino e uno spettacolo teatrale, "La piazza in tavola" e la premiazione del miglior Bursôn. Il finanziamento per il Comune di Cervia sarà destinato a qualificare ulteriormente “Sapore di sale”, per cui è prevista una nuova strategia di comunicazione e promozione al fine di renderlo un evento turistico di richiamo e la realizzazione di particolari iniziative promozionali nei punti strategici della città. Verranno inoltre coinvolte maggiormente le scuole durante tutto l’anno scolastico con la realizzazione di laboratori a temi e altre attività di animazione. Infine l’evento che verrà finanziato per il Comune di Russi, incentrato sul salame “Bel e Cot”, che verrà articolato in due momenti principali: uno che richiama il momento di produzione del “Bel e Cot” in estate, e l’altro che rievoca la tradizione dei “Sette dolori d’inverno”. I due momenti verranno arricchiti dalla iniziative di “RussinTavola” con il coinvolgimento dei ristoratori locali e da eventi musicali e di folklore locale.

PERIODO DI ATTUAZIONE

2011 – 2013

IMPORTO TOTALE

€ 334.250,00

CONTRIBUTO ASSE 4

€ 267.400,00

REGIME DI AIUTO

80%

I PROGETTI FINANZIATI