Mercoledì, 20 Giu 2018

Menu Principale

Albo Consulenti

SAPORE DI SALE

MISURA E ASSE DI RIFERIMENTO

Misura 413 Miglioramento qualita’ della vita e diversificazione attivita’ economiche – azione 7 "Attuazione delle strategie integrate e multisettoriali" - Intervento 7.F.1. "Programmi promozionali d'area"

TITOLO

“SAPORE DI SALE”

SETTORI DI INTERVENTO

Turismo e cultura

MODALITA’ DI REALIZZAZIONE DELL’INTERVENTO

In convenzione

BENEFICIARIO

Comune di Cervia (RA)

LOCALIZZAZIONE

Comune di Cervia (RA)

OBIETTIVI

Il progetto “Sapore di sale” mira alla valorizzazione a 360° di un prodotto di eccellenza dell’area del Delta del Po, che rappresenta da secoli il fortunato e proficuo rapporto tra terra e mare: il Sale di Cervia.
Il presente progetto è indirizzato non tanto alla realizzazione dell’evento nel suo complesso (azione già inserita tra le priorità del Comune di Cervia), quanto alla definizione di una nuova strategia di comunicazione e promozione dello stesso.
Il progetto contribuisce pertanto, sia pure in parte, al raggiungimento degli obiettivi propri della Misura 413 azione 7 del PAL, tra cui la promozione dell’area del Delta come destinazione, attraverso azioni di marketing territoriale che puntano su eccellenze ambientali, culturali e produttive; la costruzione dell’identità della destinazione; la sinergia e l’integrazione con altri prodotti di eccellenza durante alcune iniziative del progetto Sapore di sale, ecc…
Complessivamente, il progetto pone l’attenzione su alcuni aspetti fondamentali del territorio:

  • aspetti sociali e culturali (fino alla prima metà del secolo scorso la produzione del sale non solo ha rappresentato la principale fonte di reddito per gli abitanti di Cervia, ma ne ha fortemente caratterizzato, nonché l’organizzazione sociale e il ritmo di vita);
  • aspetti ambientali: anche se fortemente incentrato sull’enogastronomia e prodotti tipici, il progetto contribuisce alla valorizzazione della salina in senso molto ampio, comprendendone anche la tutela degli aspetti più propriamente ambientali; inoltre contribuisce a sensibilizzare cittadini e turisti al rispetto del nostro patrimonio culturale e ambientale;
  • aspetti turistici: nell’era della globalizzazione, il turismo esalta la necessità di dare valore all’identità dei luoghi, delle culture, delle usanze, dei cibi, delle produzioni, degli ambienti e delle architetture.

DESCRIZIONE SINTETICA DELL’INTERVENTO

L’originario evento “Sagra del Sale” nasce con l’intento di valorizzare la cultura e le tradizioni legate alla produzione del sale e, in particolare, al trasporto del prodotto dalle saline ai magazzini del sale. Non si tratta quindi della costruzione artefatta di un evento, ma della rievocazione storica e della celebrazione di un momento di festa di lunga tradizione, che vedeva i cervesi e le famiglie dei salinari “festeggiare” per la chiusura della stagione di produzione del sale, ogni anno nel mese di settembre.
Il presente progetto mira, in particolare, alla definizione di una nuova strategia di comunicazione e promozione dell’evento Sapore di sale, allo scopo di renderlo un evento turistico di richiamo. La strategia tiene conto, nei tre anni, delle tematiche e peculiarità cui l’evento viene dedicato. Nel’edizione 2012 si vedrà l’utilizzo del sale non solo in cucina ma anche alle attività legate al benessere e al wellness. Nel 2013 il progetto sarà dedicato all’internazionalizzazione dell’evento.

PERIODO DI ATTUAZIONE

2011 – 2013

IMPORTO TOTALE

€ 36.000,00

CONTRIBUTO ASSE 4

€ 28.800,00

REGIME DI AIUTO

80%

RISULTATI

Edizione 2011: La manifestazione si è svolta nel week-end dal 9 all’11 settembre. Tante le iniziative in programma che si sono svolte: esposizioni e gastronomia all’esterno dei Magazzini del Sale. Da sottolineare la splendida cerimonia di inaugurazione con la ARMESA De SEL, nella quale il sale viene distribuito a offerta libera e arriva con la tipica imbarcazione la Burchiella.Numerose le esposizioni permanenti organizzate relative al tema del sale e della salina. Da sottolineare i convegni e momenti dedicati, nonché il laboratorio del gusto e le visite guidate in salina. Sapore di Sale nel 2011 ha toccato le 80.000 presenze. Oltre 8.000 persone hanno varcato la soglia del Musa, il museo del sale. Grandi i quantitativi di degustazioni offerte al pubblico, come ad esempio le 2500 piadine aromatizzate al sale, di cui 5000 quelle cotte nel laboratorio per bambini e famiglie; all’osteria Sapore di sale sono stati registrati oltre 7.000 coperti.
Il primo anno di realizzazione del progetto triennale è stato dedicato consolidamento e ulteriore sviluppo dell’evento Sapore di Sale, con l’obiettivo di caratterizzarlo maggiormente per la sua specificità, aumentando il coinvolgimento dell’intera città sia nel momento partecipativo che in quello organizzativo, promuovendo una concreta sinergia tra attori pubblici e privati, e renderlo un evento di richiamo per i turisti.

Edizione 2012: Nel 2012 l’iniziativa Sapore di Sale si è svolta dal 7 al 9 settembre. In questa edizione sono state superate le 80.000 presenze. Il quantitativo di sale portato ai magazzini del Sale è stato di oltre 60 quintali che sono stati distribuiti. Tutto esaurito per i 140 chili delle prime forme di parmigiano reggiano al sapore di sale e chilometri di coda per entrare a Cervia alla manifestazione. Preso d’assalto anche il Centro visita Saline che ha portato oltre 600 turisti nel cuore della fabbrica del sale di Cervia. Anche in questa edizione non sono mancati i momenti di riflessione con convegni e incontri e i grandi momenti enogastronomici accompagnati anche dalla presenza di chef stellati.

Edizione 2013: --

MATERIALI E PUBBLICAZIONI

Anno 2011: il manifesto, le cartoline promozionali sei convegni seminari, che sono stati divulgati sul territorio. Rassegna Stampa

Photogallery 2011


Anno 2012: il manifesto, le cartoline promozionali sei convegni seminari, che sono stati divulgati sul territorio. Rassegna Stampa

Photogallery 2012